Questo sito utilizza cookie per ottimizzare la tua esperienza online.
Accettando di utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso di cookie da parte nostra.
Puoi eliminare e bloccare tutti i cookie di questo sito web, ma alcuni elementi del sito potrebbero non funzionare correttamente

CSR - NEWS

Introduzione degli ausili per lo svolgimento di attività̀ sportive tra i dispositivi erogati dal SSN

Introduzione degli ausili e delle protesi destinati a persone disabili per lo svolgimento dell’attività̀ sportiva tra i dispositivi erogati dal Servizio sanitario nazionale.

Proposta di legge A.C. 665

XII Commissione Camera dei deputati - Audizione informale

- Maria Teresa Agati, Vicepresidente C.S.R.; direttivo Associazione Luca Coscioni

- Filomena Gallo, Segretario Associazione Luca Coscioni; esperto C.S.R.

"Come ben descritto nella parte introduttiva della proposta di legge, “il ruolo dello sport come formidabile strumento di cura e di integrazione delle persone disabili”, riconosciuto anche dalla Convenzione ONU del 2006 per i diritti delle persone con disabilità, è ampiamente dimostrato da numerose esperienze scientifiche internazionali, in primis la citata esperienza di Stoke Mandeville condotta dal neurochirurgo Ludwig Guttman."

Continua a leggere

Ausili per la disabilità nello sport, audizione esperti

Maria Teresa Agati è stata chiamata ad intervenire alla XII Commissione della Camera insieme a Consip per fornire pareri e indicazioni sull'inserimento di nuove tipologie di ausili nei Lea, in particolare relativamente agli ausili destinati allo sport.

Abbiamo colto questa occasione per riflettere sulle modalità più appropriate di fornitura degli ausili di serie.

Per vedere l'intervento clicca qui ed avanza al minuto 5 e successivamente al minuto 33.

Buona visione!

Solo 12 ausili da togliere dalle mani degli appaltatori!

Appello di Marco Gentili al Presidente del Consiglio, Matteo Renzi

Caro Presidente del Consiglio, Matteo Renzi,

non ci siamo mai incontrati personalmente ma in più occasioni, non sempre “rilassate”, avrai appreso di me: sono Marco Gentili, sono iscritto al Partito Democratico, sono co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni, laureato in scienze politiche, consigliere comunale a Tarquinia, ho la SLA 2 e devo esprimerti tutta la mia delusione.

 

Leggi tutto l'appello qui

Attachments:
Download this file (2016-11-14 Appello MarcoG a Renzi.pdf)2016-11-14 Appello MarcoG a Renzi.pdf[ ]372 kB

Approvato l'emendamento sull'assistenza protesica a persone con disabilità severe

Ultime notizie - Comunicato importante

Informiamo che sabato 27 maggio è stato votato l’emendamento che riconosce che per determinate tipologie di ausili, incluse negli elenchi dei dispositivi protesici dell'allegato 5 al decreto del D.P.C.M. LEA 12 Gennaio 2017 e destinate alle persone con disabilità severe, sono necessarie modalità di fornitura particolari che permettano l'individuazione della soluzione più appropriata per la persona.

L’emendamento valorizza la figura del tecnico ortopedico (essendo stati esclusi in corso d’opera gli apparecchi acustici ed essendo rimasti solo gli ausili per disabilità motoria, per “tecnico abilitato” si intende esclusivamente il tecnico ortopedico) che è il professionista al quale competono l’individuazione e l’adattamento degli ausili appartenenti alle tipologie puntualmente indicate nell’allegato all’emendamento e già a suo tempo definite dalla società scientifica dei prescrittori Simfer. Per queste, dunque, come riconosce la stessa Conferenza delle Regioni sul sito Regioni.it, le normali modalità di fornitura devono essere modificate per attuare procedure particolari che consentano forniture ad personam.

Infatti, pur prevedendo il ricorso a procedure di evidenza pubblica in fase iniziale, il provvedimento impone che queste consentano al tecnico abilitato di individuare l’ausilio più adeguato per l’assistito. Questo, implicitamente, permette di ricorrere ad azioni di opposizione quando le modalità adottate non lascino al tecnico ortopedico la libertà di individuare l’ausilio che egli ritiene più appropriato per l’assistito.

Nell’emendamento viene definito, infine, che se le modalità di fornitura non risulteranno appropriate auditi i rappresentanti delle persone con disabilità, “la Commissione nazionale dei LEA, a cui è affidata la vigilanza, entro 16 mesi dovrà proporre al Ministro della salute il trasferimento nell'elenco dei dispositivi per i quali è previsto il sistema tariffario.”

Restano, a nostro parere, aperte alcune domande:

Come si muoveranno le Regioni nei prossimi mesi?

Operativamente come potranno avvenire le prescrizioni, le autorizzazioni e le forniture? 

-----

Continua a leggere qui

REHA Conference 2016

Segnaliamo la prossima edizione di REHA Conference "Lo sviluppo della professione nella riabilitazione", 24 giugno 2016 Centro Congressi NH Hotel - Leonardo da Vinci.

Per tutti i dettagli clicca qui