Questo sito utilizza cookie per ottimizzare la tua esperienza online.
Accettando di utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso di cookie da parte nostra.
Puoi eliminare e bloccare tutti i cookie di questo sito web, ma alcuni elementi del sito potrebbero non funzionare correttamente

CSR - Su Lea/Nomenclatore un ritardo di 15 anni che danneggia i malati

"Ma quanto devono attendere ancora i cittadini italiani, disabili o malati, perché lo Stato permetta loro di accedere a servizi e strumenti fondamentali per affrontare e migliorare la vita quotidiana? I Lea, cioè livelli essenziali di assistenza, in Italia sono infatti fermi al 2001, mentre il Nomenclatore tariffario, che è l’elenco degli ausili e delle protesi erogabili dal Servizio Sanitario Nazionale, è fermo al 2009.

Eppure il loro aggiornamento è determinante per la salute e l'assistenza di tantissimi italiani affetti da malattie a oggi non incluse nei Lea, o che necessitano di inefficiente il ricorso alla prestazione di “costruzione” rispetto alla possibilità di acquisirli direttamente dal mercato di settore», è imprescindibile che i percorsi di fornitura debbano permettere di individuare, all'interno della gamma relativa alla tipologia prescritta, il modello più adatto a rispondere alle necessità dell'assistito."

Continua a leggere qui